Realizzare calcoli di 10mila anni in soli tre minuti. Online è comparso un documento di un team di ricerca di Google, poi cancellato, in cui l’azienda presentava i risultati del suo computer quantistico, una macchina in grado di eseguire calcoli finora considerati impossibili. Non a caso si parlava di aver raggiunto la «Quantum suremacy», la supremazia quantica sui computer tradizionali. Sia chiaro, finora si parla di informatica sperimentale: il cervellone di Google può eseguire solo calcoli altamente impegnativi ma teorici, ancora non può essere usato per risolvere problemi pratici. Ma in futuro il computer quantico potrà, per esempio, scoprire nuovi materiali o nuovi farmaci, prevedere con precisione il meteo, completare il sequenziamento del Dna.
Le prospettive sono entusiasmanti e oltre a Google in queste ricerche sono impegnate aziende come Ibm, Microsoft e Intel, centri universitari come il Mit e Harvard e i loro corrispettivi in Russia e Cina. L’Unione Europea ha programmato investimenti per un miliardo di euro nei prossimi dieci anni: l’Italia è in prima fila grazie all’impulso arrivato da Tommaso Calarco, direttore del Centro per le scienze e tecnologie quantistiche integrate dell’Università di Ulm.

Fonte: corriere.itLeggi l’articolo completo

Facebook
LinkedIn
Twitter
RSS
X