All’interno del menù del proprio account Google, l’utente può effettuare velocemente un controllo: troverà un avviso sia in caso di violazione dei dati, sia se le password risulteranno essere troppo deboli o riutilizzate su più account.

Come funziona? Per assicurare la sicurezza degli utenti, Google confronta le credenziali di accesso con quelle dei numerosi account che hanno subito una violazione. Non lo fa solamente scansionando il web aperto e disponibile a tutti, ma anche indagando nel dark web dove spesso si possono trovare database contenenti le informazioni rubate per effettuare il login. Se dopo il confronto, verranno effettivamente rilevate una o più password coinvolte in una di queste violazioni, Google consiglierà all’utente l’immediata modifica.

Fonte: corriere.it/tecnologia

Leggete l’articolo completo >>

 

 

Facebook
LinkedIn
Twitter
RSS
X